Mondiali di atletica leggera 2017: appuntamenti e curiosità

Mondiali di atletica leggera 2017: appuntamenti e curiosità

relay-race-655353_960_720Un milione e mezzo di biglietti ufficialmente in vendita per i Mondiali Paralimpici e i Campionati del Mondo di atletica leggera che si terranno a Londra rispettivamente dal 14 al 23 luglio e dal 4 al 13 agosto. Il grande fascino dell’atletica leggera tornerà nella capitale britannica, a 5 anni di distanza dai Giochi Olimpici di Londra. Per al stagione 2017 dei Campionati del Mondo di atletica leggera sono attesi circa 3300 atleti, provenienti da più di 200 paesi, i quali si sfideranno in 30 gare.
L’impianto che quest’anno ospiterà i Campionati è lo Stadio Olimpico di Londra, lo stesso in cui si disputarono i Giochi Olimpici nel 2012. Pensate che la prima edizione risale al 1983 ad Helsinki. L’evento seguì una cadenza quadriennale fino al 1991, per poi passare alla formula biennale con cadenza negli anni dispari.
La scorsa stagione, disputata nel 2015 a Pechino, ha ospitato 1933 iscritti provenienti da 207 nazioni. In quell’occasione, la IAAF (l’International Association of Athletics Federations) ha assegnato il titolo di “miglior atleta dell’anno” al decatleta Ashton Eaton, che alla rassegna cinese si è dimostrato l’atleta dell’anno, battendo Usain Bolt e Christian Taylor e stabilendo il nuovo record mondiale con l’incredibile punteggio di 9045 con 45 secondi netti sui 400 metri piani.
Nelle competizioni mondiali di atletica leggera, i minimi di partecipazione sono stabiliti dalla IAAF, che si occupa dell’atletica leggere a livello mondiale.
Per quanto riguarda l’Italia, il Mondiale del 2015 si ricorda come uno dei peggiori di sempre, caratterizzato dall’assenza di alcuni dei numeri 1 nostrani, fermi per infortunio, e dai risultati più deludenti della nostra storia.

Atletica leggera: gli appuntamenti della stagione 2017

L’attuale stagione, che porterà ai Campionati Mondiali di Londra previsti nel mese di agosto 2017, includerà anche diversi appuntamenti come i Mondiali di corsa campestre e quelli di staffetta previsti rispettivamente per il mese di marzo in Uganda e per il mese di aprile alle Bahamas.
Dopo i cinque appuntamenti del World Indoor Tour previsti tra il mese di gennaio e quello di febbraio 2017, la stagione outdoor inizierà nel mese di maggio con due appuntamenti imperdibili: la Diamond League, che inizierà in Qatar (Doha) e terminerà in Belgio (Bruxelles), con una tappa a Roma prevista per il mese di giugno; il World Athletic Challenge, comprensivo di 12 incontri di seconda categoria che terminerà con la finale di Rieti nel mese di settembre 2017.
Per quanto concerne le competizioni nazionali, ricordiamo che Ancona sarà la sede principale dell’atletica leggera nazionale indoor. L’impianto sportivo del capoluogo marchigiano ospiterà in questa stagione ben 4 campionati italiani: gli Assoluti Indoor, che avranno luogo tra il 18 e il 19 febbraio e che saranno preceduti dai campionati italiani juniores e promesse previsti il 4 e il 5 febbraio, i campionati italiani allievi, che si svolgeranno l’11 e il 12 febbraio e i campionati italiani master indoor e invernali di lanci in programma dal 24 al 26 febbraio. In tutto, saranno quattro i weekend in cui gli atleti si sfideranno per aggiudicarsi i titoli nazionali al coperto.

Atletica leggera: le scommesse

L’insieme delle discipline dell’atletica leggera quali la corsa su pista, i salti, le prove multiple, la corsa campestre, la corsa in montagna, su strada o la marcia, sono tutte attività molto seguite in tutto il mondo poiché appassionano milioni di persone, complici le spettacolari performance di alcuni grandi nomi. Proprio per via dell’alto tasso di imprevedibilità che spesso caratterizza le competizioni dell’atleta leggera, questa immensa disciplina è oggetto di pronostici e scommesse sportive.
Nell’ambito delle specialità dell’atletica, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (AAMS) consente di scommettere sull’atleta Vincente della gara, sulla squadra/atleta Vincente delle Olimpiadi e sul Piazzamento sul Podio di una squadra/atleta. Disponibili anche le scommesse pre-evento come la giocata sul Nuovo Record del Mondo (se verrà o meno battuto il record attuale) e le scommesse in modalità Live. Le giocate sono realizzabili anche online sui siti autorizzati dall’AAMS come il portale del noto bookmaker SNAI, nella sezione scommesse sportive.
E per quanto riguarda le curiosità sulla città che ospiterà i prossimi Mondiali 2019?
Possiamo affermare che l’Italia non è tra i candidati. Tra le città in lizza per ospitare il grande evento ci sono: Barcellona, affascinante cornice dei Giochi Olimpici del 1992, Doha, sede di uno dei meeting IAAF più prestigiosi, ed infine la capitale dell’Oregon, Eugine, una delle sedi madre dell’atletica leggera internazionale. Staremo a vedere!

kefir la salute sia con Voi

Ho già scritto sui benefici di questi batteri e lieviti vedi articoli l’articolo intitolato “Prendersi cura dell’intestino“, ma ho voluto nuovamente scrivere qualche riga sui benefici che ormai ho comprovato personalmente e tramite i miei amici a cui ho donato dei granuli di kefir per poter iniziare la loro produzione casalinga di yogurt di Kefir.

Il kefir è una bevanda che si ottiene dalla fermentazione del latte e dai granuli di kefir: questi grani sono composti da fermenti vivi e da lieviti probiotici che, mescolati al latte, danno vita a un composto ricco di nutrienti. Oltre ai fermenti, il Kefir, contiene proteine di alto valore biologico, minerali quali calcio, fosforo e magnesio. Tra le vitamine del gruppo B, in maggiore concentrazione, troviamo vitamina B9 (acido folico) che svolge funzioni biologiche molto importanti tra cui la formazione e lo sviluppo dei tessuti embrionali e poi fetali e la vitamina B12 (cobalamina) essenziale per l’assorbimento del ferro. il Kefir è povero di lattosio.

Per preparare un buon Kefir dovete mettere i granuli con del latte fresco biologico ( si può usare anche latte a lunga conservazione ma è lampante il benessere che avranno i vostri granuli se utilizzerete il latte fresco) in un vasetto di vetro a temperatura ambiente (meglio al buio) per 24-48 ore poi potete filtrare con un colino di plastica e cucchiaino di plastica e mettere in frigo, potete consumarlo nei prossimi 3-4 giorni.  Ho provato a fare anche il formaggio di Kefir ma devo dire che il sapore è veramente acido…. . Le proporzioni sono 1 a 10 tra granuli e Kefir ma io in realtà non le rispetto tendo a lasciare molti più granuli. Ho provato anche a mangiarli …risultano gommosi…ma se fanno bene ogni tanto…. li mangio.

Ogni tanto consiglio di acquistare del Kefir al supermercato e di bagnare i granuli dicono che i granuli a contatto con batteri e lieviti diversi si rafforzino.

Ho anche provato a congelare i granuli in un vasetto di vetro per 5 giorni e devo dire che i granuli si sono risvegliati belli attivi e sani. In molti consigliano di congelarli con il latte ma io ho provato a congelarli da soli con ottimi risultati. Dopo averli tirati fuori dal frizer ho subito versato del latte e scartato la prima produzione per poi tornare a regime. Con il passare dei giorni i granuli aumenteranno allora potrete donarli ad altri amici oppure mangiarli…devo dire che mi dispiace buttare via i granuli in eccesso.

Sotto le foto dei granuli e del mio tentativo di produrre il formaggio.

Bekele: Maratona di Berlino 2016

Bekele

 

Nella recente maratona di Berlino sono state conseguite due rilevanti prestazioni cronometriche:
a) 2h03’03” di Kenenisa Bekele, che rappresenta la seconda prestazione di tutti i tempi dopo 2h02’57” di Dennis Kimetto,
b) 2h03’13” di Wilson Kipsang, quarta prestazione mondiale dopo 2h03’05” di Eliud Kipchoge.

Andreai ad analizzare proprio i tempi di passaggio di Bekele nella gara di Berlino.

 

Eccoli riportati in frazioni di 5km:
5km : 14’21”  2:52 passo medio (+ veloce)
10km: 14’40” 2:56 passo medio
15km: 14’37” 2:55 passo medio
20km: 14’25” 2:53 passo medio
25km: 14’47” 2:57 passo medio
30km: 14’43” 2:56 passo medio
35km: 14’32” 2:54 passo medio
40km: 14’55”  2:59 passo medio (+ lento)
La frazione più lenta è stata l’ultima, dai 35 ai 40km, per quanto siano allenati, devono far fronte alle stesse problematiche fisiologiche degli amatori, vale a dire si trovano a corto di energie e con i muscoli stanchi e le articolazioni dolenti, il muro del 32° per gli amatori è oramai straconosciuto.
Bekele però ha fatto un finale impressionante: ha percorso gli ultimi 2.195 metri in 6’04”, vale a dire ad un ritmo di 2’47”8 , considerando che veniva da una frazione di 5km corsi al passo di 2’59”. C

 

Bekele al 40° km ha preso un integratore passato dal suo manager: tre rapidissimi sorsi che ha immediatamente sputato!!!!
La bevanda preparata per Bekele è molto particolare. Non pensate subito ad una sostanza illecita: è stata studiata da un team di fisiologici specialisti delle prestazioni sportive di resistenza e prodotta da Maurten, un’azienda di Goteborg. Questa bevanda, che sarà commercializzata nel 2017, consente all’atleta di assumere rapidamente un’alta quantità di carboidrati e metterli rapidamente (qualche decina di secondi) a disposizione dei muscoli. Si tratta di una sostanza ad alta concentrazione, ma che non impegna lo stomaco. Gli integratori attualmente in commercio non consentono di assumere elevati dosaggi, pena un senso di nausea, di vomito e tempi lunghi di digestione.
E non è tutto: Bekele ha anche seguito un’alimentazione particolare, della quale però non ci sono dettagli, ma si sa che è basata essenzialmente sull’assunzione di molti carboidrati, come si faceva 20 anni fa, prima che si pensasse che le proteine assunte nei pasti pre gara fossero vantaggiosi per il maratoneta.

Nike in questi giorni ha lanciato la sfida per il 2017 !!!?? la Maratona sotto le 2 ore!!! atleti di punta: Desisa (26 anni) Etiope corre la mezza sotto l’ora, Kipcoge (32 anni) kenya campione Olimpico a Rio, Tadese (34 anni)Eritrea medaglia olimpica 2004.

TX 4000 TX FITNESS

IMG_6542

 

Il nuovissimo TX Fitness TX 4000 ha superato brillantemente tutti i nostri Test sui consumi e sulla rumorosità.

Risulta essere il tapis roulant più interessante sotto i 400 euro considerando anche le sue caratteristiche tecniche tra cui l’inclinazione elettrica.

il TX 4000 risulta molto stabile nonostante sia un tapis roulant molto compatto , molto piccolo se vogliamo ( che occupa pochissimo spazio 152 x 72,5), passa tranquillamente nelle porte di casa.

La barra trasversale oltre ad essere molto utile come appoggio per le mani in fase di camminata rende il TX4000 molto stabile e solido durante la corsa.

La console ha un design veramente accattivante e moderno realizzato dalla designer.

Sotto i risultati dei nostri Test sul tapis roulant Tx fitness Tx 4000. Il confine tra la camminata e la corsa è 7 km/h.

 

TABELLA CONSUMI E RUMOROSITA’ DEL TAPIS ROULANT TX 4000
Velocità 1km/h 2km/h 3km/h 4km/h 5km/h 6km/h 7km/h 8km/h 9km/h 10km/h 11km/h 12km/h
Consumo energetico in watt 48 83 120 166 207 246 278 315 364 402 504 505
Rumorosità in dB 23 29 43 49 52 56 60 62 63 64 65 67
(decibel)

 

 

 

Prendersi cura dell’intestino

KefirPrendersi cura dell’intestino è’ fondamentale, per la sua stretta connessione con il cervello. Per migliorare le proprie performance atletiche. E sopratutto per essere più felici.

Il numero di cellule microbiche che albergano nell’intestino supera di 10 volte quello delle cellule che compongono il corpo umano. I geni, 150 volte più numerosi rispetto a quelli presenti nel corpo umano, consentono all’intestino di svolgere un’enorme attività metabolica. I rapporti tra ciò che mangiamo, i livelli di attività fisica e la ricchezza dei microbiota è essenziale per mantenersi in salute.

Il microbiota influenza i livelli di un potente neurotrasmettitore, la seratonina,l ‘ormone della felicità, che influisce moltissimo sulla nostra vita regolando umore,sonno,sessualità e appetito. Deficit di seratonina causano depressione,disturbi del comportamento alimentare,manie e ansia, Il 95% della seratonina è prodotto dall’intestino, a partire dal triptofano,un aminoacido che dobbiamo assumere con l’alimentazione; quando i nostri batteri perdono il loro naturale equilibrio si crea una condizione detta disbiosi,in cui il microbiota inattiva il triptofano e non lo rende disponibile per la produzione della seratonina. Un intestino malandato quindi,che non produce correttamente seratonina, ci porterà facilmente a sentirci stanchi, nervosi, fino ad arrivare a patologie varie.

Bisogna quotidianamente consumare prodotti probiotici (kefir,yogurt) e prebiotici come frutta,verdura,cereali integrali.

Evitare antibiotici e farmaci in genere.

Fare attività fisica quotidiana (il movimento favorisce la crescita di tante specie batteriche diverse nel nostro intestino)

l’attività fisica allevia i problemi gastrointestinali,e quindi dovrebbe essere utilizzata come una modalità di trattamento primaria nella sindrome dell’intestino irritabile.

 

Il potere del movimento

IMG_0608L’attività fisica è una delle armi più potenti che abbiamo per preservare il nostro benessere. Su cui ci dovrebbero  essere più investimenti pubblici, a ogni livello. perchè si tratta di interesse davvero generale.

Noi vediamo il nostro presidente della Repubblicare fare sport? il nostro Presidente del Consiglio ? il Ministro della Sanità?…..

Negli USA siamo abituati a vedere il Presidente degli stati Uniti fare jogging . Michelle Obama ha voluto un orto nella Casa Bianca, tutto questo serve a sensibilizzare la popolazione.

Di questi tempi imperversano (sulle tv di stato) ospiti televisivi sedicenti nutrizionisti che affermano l’inutilità dell’attività fisica per dimagrire e stare in salute. L’intento di costoro è abbastanza chiaro:poichè  spacciano diete miracolose basate alla fine solo su restrizioni caloriche ben travestite, la perdita di massa muscolare diventa un tassello importante per far credere ai malcapitati che passano dalle loro mani di essere effettivamente dimagriti,quando invece hanno solo perso peso muscolare, e con esso la salute.

Bisogna capire la differenza tra dimagrimento e dimagrimento con perdita di grasso, acqua,muscolo.

Lo stile di vita e nutrizionale che viene “sponsorizzato” crea nuovi malati di diabete, cancro,allergie,depressione, obesità,malattie cardiovascolari, dislipidemie, producendo un eccellente fatturato per fare poi finta di curarle,chiudendo così un circolo vizioso che parte da una diffusa e confusa ignoranza nutrizionale.

Perchè il farmaco sport non viene somministrato in modo massivo all’intera popolazione per prevenire e curare la maggior parte delle malattie?  Meno farmaci, meno ricoveri, meno farmaci.

Il risparmio sarebbe così elevato che la spesa per gli impianti sportivi, per le visite mediche, per l’acquisto dei materiali sarebbe così minimo rispetto ai benefici che …….

Lo stare bene non  genera fatturato farmaceutico e ospedaliero…..

A volte mi chiedo come uomini di cultura o di scienza non parlino di questo farmaco naturale gratuito…. anche questa è conoscenza e perchè ignorarla?

L’assistenza Tecnica dei tapis roulant & Co.

Vorrei solo farvi capire il potenziale del Web anche per smascherare degli ottimi servi di assitenza che poi in realtà non si rivelano tali.

Ieri mentre ero al bagno sul Trono del Re, scorrevo sul mio iphone le pagine Facebook, ad un certo punto mi compare un inserzione pubblicitaria della Proform ( forse perchè io avevo già visitato quel sito e quindi ero vittima di un azione di remarketing) sotto il banner vedo che erano presenti dei commenti…… e devo dire poco piacevoli….una bella forma pubblicitaria al contrario….

Ho fatto qualche stamp dal mio telefonino e dal desktop del mio pc che vado qui a pubblicare…..buona lettura.

Alcune volte mi capita di ricevere domande su dei tapis roulant che vende Decathlon e in alcuni casi non conscendo il prodotto vado a leggere le rensioni dei loro clienti sul sito…..e mi sbellico dalle risate….. diffidate gente diffidate.

Diffidate delle multinazionali!!! noi vi daremo sempre servizio ed assistenza Noi ci SIAMO!!!

 

IRONMAN: curiosità

L’IRONMAN è una Gara di Triathlon lunga .

Due sono le distanze: distanze 70.3 (mezzo Ironman 1,9 km a nuoto, 90 bici, 21 km di corsa) e il Full che è il vero IRONMAN (3,8 km di nuoto, 180 di bici, 42.195 di corsa). Ironman è il circuito più bello al mondo, questa fama è dovuta all’eccellente organizzazione. Ironman è un marchio di valore internazionale.

Le altre gare di Triathlon sono lo Sprint e L’olimpico: Sprint 750 m nuoto, 20 km in bici e 5 km a piedi; Olimpico 1500 nuoto, 40 bici, 10 a piedi

Non voglio stare qui a parlare della preparzione per queste gare molto impegnative in quanto parliamo di 3 sport in 1….e non di tre sport….

Vorrei farvi capire solo che preparazione c”è solo nell’allestire miticolosamente le zone cambio ( le sacche bike e running con tutto il necessario La foto credo faccia ben capire la preparzzione). Per non parlare della preparazione della bicicletta nel caso in cui si debba partire con l’aereo per raggiungere la destinazione della gara.

Le domande che ogni principante si pone sono:

Meglio il tubolare o il copertoncino per le mie ruote?

Il tubolare permette un gonfiaggio maggiore e quindi maggiore scorrevolezza ma c’è il rischio di non riuscire a ripararla in caso di foratura cosa che non avviene con il copertoncino. Io ho gareggiato con il tubolare portandomi con me la bomboletta per ripararlo (2 bombolette) + bombolette di ossigeno + nastro adesivo da utilizzare per tappare il buco prima di utilizzare la bomboletta per la riparazione. Inoltre avevo messo del lattice e montato pneumatici nuovi prima della gara.

Meglio usare la muta o no?
spesso l’utilizzo della muta è deciso dall’organizzazione della gara, la muta aiuta il galleggiamento e la velocità in acqua. Mi raccomando tanta vasellina sul collo la muta potrebbe farvi un vero e prorio buco sopratutto sul lato del collo con cui respirate

Quale occhialini sono i migliori?

in molti usano zoggs

Nella zona cambio le scarpe bike le lascio nella busta o le attacco alla bici?

bisogna allenarsi anche a salire e scenderedalla bike non provate in gara

Cosa metto nelle sacche per la zona cambio?

nella sacca running servono le scarpette running in + metterei della vasellina e  un integratore, in quella da bike dipende cosa lasciate sulla bike.

sulla bike lascerei occhiali e scarpe oltre al casco.

Come faccio a trovare la mia bici o la mia sacca tra centinaia ?

il giorno prima focalizzate bene il percorso e prendete dei punti di riferimento.

La partenza come avverrà?

o a scaglioni di età o partenza libera

Mi vesto con lo Spezzato o Body?

per le gare lunghe assolutamente spezzato vi agevolerà per fare i vostri bisogni

La mattina della gara posso tornare a visionare la bici e le sacche?

certo che si , dovete controllare la pressione delle gomme ricordatevi una pompa

NOTE:

-Utilizzare del nastro da carrozziere e per segnare l’altezza giusta della sella e del canotto del manubrio (vedi foto)

-cambiare la catena, (una catena dura circa 4.000 km) nel dubbio cambiatela.

IronMan

La mia esperienza è la dimostrazione di come si possa in soli 9 mesi arrivare a chiudere un IronMan, non avendo mai nuotato e corso in bicicletta.

Il mio sport da qualche anno è la corsa…. e i migliori risultati sono venduti in Maratona e in Ultramaratona…. allora in un periodi di stanca mi sono detto, sfida nuova………parto da zero in 2 sport.

Per Natale mi regalo la bici e da gennaio inIzio ad andare a nuotare.

Gennaio e Febbraio sono stati 2 mesi di approccio…. in bici dovevo abituarmi alla sella mi dava fastidio il collo i polsi ecc… a nuoto lezioni di tecnica…. poi

con sole 8 settimane di allenamento specifico ho fatto il mio primo mezzo Ironman (70.3 di Aix en Provence) concluso in 5:24 (37 a nuoto,3:02 in bike e 1:34 la mezza maratona).

In quest’occasione ho patito il tipo di corsa non fluida e scorrevole, come in una classica mezza maratona, ma un percorso da ripetere 4 volte con tanta gente che non ti permettere di tenere il ritmo di corsa (curve secche tipo girare intorno ad un birillo). Dopo 1 mese e mezzo partecipo al 70.3 di Pescara peggiornado il risultato cronometrico fondamentalmente dovuto a forti problemi di pancia che mi ha costretto ad alcuni stop in corsa…il giorno dopo scopro sul giornale che in moltissimi si sono sentiti male a causa del forte caldo e molto probabilmente per dell’acqua contaminata che avevamo bevuto (carica batterica alta).

Continuo i miei allenamenti estivi scanditi dal lungo in bici la domenica (120/150 km)e dal lungo a piedi il lunedì sera (28-30 km). i 4000/5000 metri in vasca non si contano. Allenamenti da 17 a 24 ore settimanali….

A fine settembre riesco a concludere il mio 1° IronMan…perchè la vera paura è quella che un imprevisto durante la gara ti possa far saltare tutti i programmi della gara, e sicuramente il tratto in bici è quello che protrebbe essere pieno di sorprese. Iron Mallorca concluso in 11:33…non male per un “povero”podista.

Il motto Ironman Anything is possible è confermato dalla mia esperienza.

 

 

Le piste di atletica più belle al mondo !!!!

Oggi Vi voglio far vedere due immagine delle 2 piste di atletica più belle al mondo: la pista di Portland in Oregon (la pista nel bosco)

e la pista di Mammoth Lakes sulla Sierra Nevada in California.  Che sogno !!!!

pista Portlandpista di Mammoth Lakes, sulla Sierra Nevada in California, a 2400m slm

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ed occo la pista del Santa Giuliana di Perugia…..

santa giuliana

L’Autore

Google-Plus-Logo

Stefano Donadio

Da esperto di attrezzature fitness a "ultramaratoneta"...
Da tradizionale buongustaio a "gourmet del bio"...
Lavoro e passione, un connubio perfetto!



facebook_logoSeguimi su Facebook!