Correre a digiuno

Correre la mattina a stomaco vuoto serve a bruciare i grassi al posto dei carboidrati.

Grazie al digiuno notturno la glicemia (scorta di zuccheri bassi) e le scorte di glicogeno sono inferiori rispetto agli altri momenti della giornata.

L’energia è fornita sia dagli zuccheri (glicogeno) che dai grassi.

Per l’organismo è più difficile produrre energia dai grassi che dagli zuccheri ma i grassi forniscono più calorie rispetto agli zuccheri.

Normalmente nei primi 30 minuti si bruciano gli zuccheri e successivamnte anche i grassi, utilizzando questa tecnica inizieremo subito a bruciare i grassi.

L’allenaento a digiuno non dovrebbe superare i 60 minuti  anche se vi state preparando per una maratona.

Assumere un caffè abbondante prima dell’allenamento a digiuno è utile per esaltare l’azione Lipolitica (azione dimagrante).

La sera prima dell’allenamento dobbiamo mangiare pochi carboidrati (pasta,pane,patate,pizza) seve per avere poche scorte di Glicogeno ed ottimizzare l’allenamento della mattina.

Svolgere allenamenti ravvicinati con poche scorte serve ad allenarsi in una situazione di deficit di riserve.

Questo tipo di allenamneto serve per chi vuole evitare il “muro “ in maratona intorno al 32/ 35 km e per chi vuole dimagrire.

Sicuramente un  tapisroulant in casa agevolerebbe l’allenamneto appena svegli la mattina!!! rigorosamente a stomaco vuoto… bevendo solo un bel caffè amaro.

 

Lascia un Commento

L’Autore

Google-Plus-Logo

Stefano Donadio

Da esperto di attrezzature fitness a "ultramaratoneta"...
Da tradizionale buongustaio a "gourmet del bio"...
Lavoro e passione, un connubio perfetto!



facebook_logoSeguimi su Facebook!