L’arnica: “la margherita gialla” contro le infiammazioni

L’Arnica (Arnica montana ) è una pianta spontanea (un’erba medicinale). Miracolosi sono i suoi effetti negli infortuni in genere, nelle distorsioni e nelle botte che lasciano lividi bluastri su tutto il corpo: viene impiegata contro le ecchimosi conseguenti a contusioni e distorsioni è più specificatamente indicata per il trattamento dei dolori muscolari; è molto utilizzata in ambito sportivo, soprattutto in forma di olio o come estratto aggiunto alle pomate antidolorifiche. Risulta quindi utile per gli stiramenti, le  slogature, le contusioni, gli schiacciamenti, gli ematomi, le bruciature, i dolori reumatici e i dolori muscolari e le tendiniti.

Arnica

Un fiore di arnica nella forma naturale.

Ci tengo a precisare che per chi ha problemi di tendiniti causate dalla corsa e non vuole rinunciare al proprio sport preferito si consiglia di alternare gli allenamenti su strada con quelli sul tapis roulant in quanto l’ammortizzazione è nettamente superiore rispetto a qualsiasi sterrato. Per avere delle corrette indicazioni su come scegliere un tapis visitate questo link.

Un caso esemplare di modificazione del sistema di autoregolazione per la difesa dell’organismo è l’infiammazione. L’infiammazione è un processo di purificazione che avviene principalmente a livello della matrice extracellulare, nel tentativo di eliminare le tossine responsabili, estranee o prodotte dall’organismo, attraverso la mobilitazione delle cellule di difesa, per lo più a livello locale, che attaccano ed eliminano le tossine.
La medicina convenzionale non considera l’infiammazione come un processo di purificazione o di ritorno all’equilibrio, ma le attribuisce le caratteristiche di una malattia. Di conseguenza, deve essere fermata con qualsiasi mezzo, in modo da ristabilire lo stato di salute, potremmo descrivere l’infiammazione come l’espressione di una difesa biologicamente utile. Il processo infiammatorio serve a eliminare l’accumulo o i danni delle tossine e a ristabilire lo stato di salute attraverso la
mobilitazione locale di cellule di difesa.

Arnica comp.-Heel® ha proprietà di regolazione dell’infiammazione e, di conseguenza, viene definito farmaco di regolazione dell’infiammazione  primarie e secondarie, soprattutto del sistema
muscoloscheletrico (artrite, componente infiammatoria nell’artrosi, PHS, tendiniti…)

  • traumi di ogni genere
  • lesioni sportive (ecchimosi, distorsioni, slogature, microlesioni successive alla prestazione…)
  • lesioni dei tessuti molli

La formula di Arnica comp.-Heel® è costituita da 14 componenti in dosi infinitesimali, in grado di coprire i sintomi principali di un’infiammazione

L’uso di Arnica comp.-Heel® genera essenzialmente 4 effetti clinici. Un gruppo di componenti interviene a livello del tono e della permeabilità vasale e della stasi venosa; altri componenti inducono un’azione antisuppurativa; il terzo gruppo di componenti ha un effetto analgesico, mentre l’ultimo gruppo stimola la circolazione.
Nel complesso, oltre all’effetto di regolazione dell’infiammazione, si osserva un effetto rapido e positivo di attenuazione dell’immagine clinica dell’infiammazione.

Arnica comp.-Heel® esercita un effetto regolatore, attraverso la modulazione dei mediatori infiammatori.
Oltre all’arnica Heel possiamo consigliare l’arnica montana della  Boiron in granuli entrambi sono prodotti omeopatici e consigliamo di assumerli lontano dall’assunzione di caffè, thè, menta, dentifrici.

Lascia un Commento

L’Autore

Google-Plus-Logo

Stefano Donadio

Da esperto di attrezzature fitness a "ultramaratoneta"...
Da tradizionale buongustaio a "gourmet del bio"...
Lavoro e passione, un connubio perfetto!



facebook_logoSeguimi su Facebook!