Archivio di luglio 2019

il Kefir moda o altro?

il Kefir sembra uno yogurt…. ma non lo è.

Il kefir, infatti, è costituito prevalentemente da una parte acquosa, seguita poi da zuccheri, grassi e proteine. Contiene una ricca quantità di vitamine pronte per il consumo, tra cui vitamine del gruppo B (B1, B2, B5), ma anche vitamine C, A e K. In alcuni casi sembra che la concentrazione di vitamina B12, folati, biotina e riboflavina incrementi durante il processo fermentativo. Tra i minerali sono presenti magnesio, calcio e potassio, ma anche zinco, rame, manganese e ferro in quantità minori.

La varietà delle specie presenti nel kefir è elevata. La composizione dei granuli di kefir comprende dal 65 all’80% di Lattobacilli, mentre la restante percentuale è formata dai lieviti, tra i quali troviamo Saccharomyces cerevisiaeSaccharomyces unisporus e Candida kefyr.

Il consumo di kefir è stato associato a numerosi benefici per la salute.

Il consumo regolare di kefir sembra avere effetto sul miglioramento dei livelli di colesterolo nel sangue. I Lattobacilli sembrano inibire l’assorbimento di colesterolo nell’intestino legandolo e incorporandolo.

È stato evidenziato inoltre che il consumo di probiotici del kefir abbia la capacità di migliorare il livello di zuccheri nel sangue.

I batteri pro biotici o i loro prodotti fermentati giocano un importante ruolo anche nel controllo della pressione arteriosa. Sembra che il kefir inibisca l’attività di un enzima responsabile del controllo della pressione nel sangue attraverso dei composti bio attivi che si formano durante la fermentazione del latte. E grazie ai composti bioa ttivi che si formano durante la fermentazione dei granuli di kefir quest’ultimo sembra esercitare anche un effetto antiossidante addirittura maggiore della vitamina E. Alcuni composti sembrano infatti legare radicali liberi riducendone l’effetto di stress ossidativo sulle cellule dell’organismo.

Il kefir contiene quindi una grande varietà di microrganismi benefici e composti bioattivi ed è considerato un prodotto con una grande potenzialità.

Potrebbe essere considerato una valida alternativa come prodotto probiotico, dal momento che è sicuro, può essere prodotto facilmente a casa, ha un costo relativamente basso e può essere inserito facilmente nella propria quotidianità alimentare. Nonostante ciò, la conoscenza dettagliata della composizione del kefir è ancora in via di sviluppo e serviranno ulteriori studi per capire in maniera più specifica i suoi effetti sull’uomo.

Proteine e uova

LE UOVA SUPER PROTEINE

Per capire quante uova mangiare  è utile sapere che un uovo contiene circa 6 g di proteine, localizzate per lo più nell’albume. Posto che la colazione vorrebbe rappresentare circa il 45% dell’introito giornaliero, il calcolo da fare per scoprire il numero di proteine da assumere a prima colazione è “peso corporeo x 0,45 in grammi”.

Quante proteine servono per star bene?

Per un uomo (o una donna) di 70 kg ciò significa assumere 31,5 grammi e quindi, circa 5 uova,( 70 X 0,45=31,5)  serenamente sostituibili, al desiderio, con altrettanta quantità di albume (o una quota mista di uova intere e albumi). Una specifica in più è da fare: infatti le uova, tra tutte le fonti proteiche, hanno il valore biologico più alto, il che significa che tutte le proteine contenute anche in un po’ meno uova, saranno utilizzate alla perfezione.

Per approfondire il tema UOVA consiglio di rileggere un articolo sul tema del BLOG vedi link: http://blog.tapisroulantstore.it/2014/04/15/uova-di-gallina/

Ma vi consiglio,  all’interno della settimana di cambiare le scelte proteiche andando ad utilizzare uova, prosciutto crudo, salmone, semi oleosi, yogurt greco o ricotta, in quantità abbondanti e sempre bilanciate a carboidrati integrali e frutta.

Muscoli e allenamento

Lo scheletro umano è composto da oltre 200 ossa ma ben 600 muscoli che costituiscono il 40% del peso corporeo.

I muscoli possono solo tirare non possono spingere è per questo che la maggior parte dei muscoli sono disposti in coppie di opposti, quando un muscolo diventa teso e si contrae il suo opposto si rilassa e si stende per consentire il movimento (agonista e antagonista).

I programmi di allenamento dovrebbero sempre tendere allo sviluppo equilibrato sia del muscolo agonista che del suo opposto, bicipite tricipite, quadricipite e bicipite femorale e così via…..
Per avere un corpo armonico è necessario allenare tutti i gruppi muscolari, un buon tono muscolare evita “dolori” ma soprattutto infortuni.

I muscoli sono costituiti da fibre rapide e  lente…..ma il tutto è già deciso alla nascita. Fibre bianche veloci e fibre rosse lente. Quando il muscolo si contrae abbiamo un accorciamento del muscolo e in questo caso si parla di contrazione concentrica (es sollevamento pesi con il bicipite) le contrazioni eccentriche sono contrazioni di controllo es quando un atleta salta giù da una panca al suolo.

 

L’Autore

Google-Plus-Logo

Stefano Donadio

Da esperto di attrezzature fitness a "ultramaratoneta"...
Da tradizionale buongustaio a "gourmet del bio"...
Lavoro e passione, un connubio perfetto!



facebook_logoSeguimi su Facebook!