Scegliere il tapis roulant: guida essenziale e normative sui tappeti elettrici

Scegliere il tapis roulant: guida essenziale e normative sui tappeti elettrici

Sei pronto a scegliere un tapis roulant per continuare a godere di tutti i benefici della corsa anche con l’arrivo dell’inverno, ma non sai da dove cominciare?

In questa breve guida trovi risposte ai dubbi più frequenti e qualche semplice indicazione utile per orientarti tra la sempre più ricca offerta di tappeti elettrici disponibili per l’acquisto online.

Introduzione

“Il tapis roulant deve essere idoneo alla vostra corporatura e al tipo di utilizzo che ne farete.”

Avete mai acquistato o noleggiato un paio di sci senza chiedere un consiglio o senza tenere conto della vostra altezza? Avete montato degli attacchi senza prendere la misura del piede o senza tarare il vostro peso per lo sgancio in caso di caduta?

Avete mai comprato una bicicletta senza tenere conto della vostra statura? Avete chiesto se il telaio è di alluminio, acciaio o carbonio? Avete chiesto una bici o una city bike, MTB, da corsa, BMX, ecc…? Avete fatto caso al sistema frenante e alla forcella?

Avete mai preso una racchetta da tennis senza valutare le dimensioni dell’ovale, il peso, il bilanciamento, l’incordatura o il profilo?

Bé credo proprio di no… Con gli esempi si potrebbe andare avanti all’infinito.

Anche il tapis roulant rappresenta a tutti gli effetti un attrezzo sportivo e, in quanto tale, la scelta del modello più indicato per le proprie esigenze impone in primis la conoscenza delle caratteristiche di questi strumenti.

Prima di procedere con i dettagli tecnici, soffermiamoci tuttavia sulla normativa che regola le caratteristiche e la sicurezza dei tapis roulant, un interessante punto di partenza per scegliere con consapevolezza il proprio tappeto.

Scegliere tapis roulant a norma: la UNI EN 957-6

La UNI EN 957-6 “Attrezzatura fissa di allenamento – Parte 6: Simulatori di corsa (tapis roulant) requisiti addizionali specifici di sicurezza e metodi di prova”, elaborata dal comitato europeo CEN/TC 136 “Sports, playground and other recreational facilities and equipment” è la norma che specifica i requisiti di sicurezza e i metodi di prova per i tapis roulant.

Questa normativa è a complemento dei requisiti generali di sicurezza riportati nella UNI EN 957-1, con la quale deve essere letta congiuntamente per avere un quadro completo della normativa su questa tipologia di attrezzo.

La UNI EN 957-6 è applicabile alle attrezzature di allenamento trainate da un motore o manuali, non solo tapis roulant motorizzati ma anche magnetici/manuali che si compongono di una superficie d’esercizio sulla quale è possibile camminare o correre.

Nella norma vengono trattati aspetti quali gli elementi di trasmissione e le parti rotabili, le caratteristiche dell’arresto di sicurezza, la stabilità, la resistenza, i corrimano, la superficie calpestabile, l’accelerazione, la sicurezza elettrica, ecc.. Molto importante è la superficie di corsa minima che è di 40 x 120 centimetri: sotto queste misure non si può più parlare di tapis roulant o di camminatore.

La norma UNI EN 957 “Attrezzatura fissa di allenamento” regolamenta anche altri attrezzi oltre il tapis roulant:

  • Parte 4: panche di allenamento alla resistenza, requisiti addizionali specifici di sicurezza e metodi di prova;

  • Parte 5: biciclette fisse per l’esercizio e attrezzature di allenamento per la parte superiore del corpo, requisiti addizionali specifici di sicurezza e metodi di prova;

  • Parte 7: vogatori, requisiti addizionali specifici di sicurezza e metodi di prova;

  • Parte 8: stepper, scalatori e simulatori di scalata – Requisiti addizionali specifici di sicurezza e metodi di prova;

  • Parte 9: attrezzi ellittici d’allenamento, requisiti addizionali specifici di sicurezza e metodi di prova;

  • Parte 10: biciclette per l’esercizio con una ruota fissa o senza ruota libera, requisiti addizionali specifici di sicurezza e metodi di prova.

La destinazione d’uso del tapis roulant: le dimensioni…

Le dimensioni minime del nastro di corsa sono sufficienti se si utilizza il tapis roulant per camminare mentre se si utilizza per correre bisogna valutare l’altezza dell’utilizzatore.

La lunghezza del nastro diventa ancora più importante se si corre in salita in quanto il baricentro arretra di 10/15 cm.

Normalmente con un nastro 50×145 cm riusciamo a soddisfare il 98% delle esigenze dei Clienti: a questo proposito è possibile segnalare il tapis roulant TX 9500.

… Il peso dell’utilizzatore e le ore di utilizzo

Il dato più importante per scegliere un tapis roulant sono il peso dell’utilizzatore/i ed il numero di ore di uso al giorno.

È infatti sulla base del peso degli utilizzatori e delle ore di utilizzo che la cerchia delle possibili scelte viene ristretta ai soli tappeti dotati di un motore sufficientemente performante.

Le tipologie di motore dei tapis roulant

I motori possono essere a corrente continua (DC) oppure a corrente alternata (AC).

Quasi tutti i tapis roulant pensati per l’uso domestico montano motori a corrente continua (più economici), mentre moltissimi tapis roulant professionali sono equipaggiati con motori a corrente alternata che permettono un utilizzo più intenso. Un’eccezione si ha sul modello di tapis roulant TX 10500, studiato per l’uso casalingo ma dotato di un performante motore a corrente alternata.

Come e perché valutare attentamente la scelta del motore

Un motore sottodimensionato tende a scaldarsi anche dopo 15/20 minuti di utilizzo e la temperatura (specie se oltre i 60° C) è il peggior nemico del motore elettrico. Oltre tale temperatura il motore perde progressivamente e in modo definitivo la propria potenza per effetto della smagnetizzazione dei magneti. Volgarmente diciamo che viene “cotto”o che il motore si “brucia”.

È importante prendere in considerazione esclusivamente il dato relativo ai cavalli continui, il famoso picco, infatti, è un valore che, ai fini pratici, non indica nulla (e utilizzato dal marketing solo per gettare fumo negli occhi).

L’intensità dell’attrito aumenta proporzionalmente all’aumentare del peso applicato al nastro e quindi al peso della persona.

L’inclinazione elettrica: sì o no?

I tapis roulant di qualità e dotati delle caratteristiche migliori hanno tutti l’inclinazione elettrica, quindi, da questo punto di vista, la scelta risulta obbligata.

I sistemi di ammortizzazione

Tutti i modelli di buona fattura sono ben ammortizzati, in genere grazie ad un sistema basato su una precisa distribuzione degli elastomeri, elementi capaci di assorbire buona parte delle sollecitazioni prodotte dall’impatto del piede sul piano di corsa, che variano per numero, dimensione e forma a seconda del tappeto preso in considerazione.

I programmi di allenamento

I programmi possono variare la pendenza e la velocità in maniera automatica ma possono comunque essere sempre modificati. La vera distinzione è tra un tapis roulant dotato di HRC (Heart Rate Control) cioè programmi a battito cardiaco costante o meno e tra tapis roulant con possibilità di usare le app o altri strumenti di interazione diretta.

Scegliere il tapis roulant: come individuare la marca giusta

Nel mondo del tapis roulant in generale l’unico marchio conosciuto da tutti è Technogym. La restante selezione è spesso conosciuta solo dagli esperti del settore: questo sta a significare che bisogna stare molto attenti a come muoversi nella giungla dei tapis roulant per l’home fitness.

Esistono sul mercato marchi famosi ma che in realtà nulla hanno a che fare con il loro brand, esiste solo un rapporto di royalty. Il mio consiglio è quello di affidarsi a degli esperti del settore multi marche come Tapis Roulant Store, che saprà indirizzarvi non sono nella scelta del prodotto ma anche nella scelta del miglior servizio in base alle vostre esigenze. Le migliori marche presenti sul mercato attuale del tapis roulant sono: Toorx, TXfitness, Ketller, Everfit e Bowflex.

Tapis Roulant Store effettua test per verificare la veridicità delle schede tecniche, rilevando peso del telaio, velocità reale tramite il tachimetro (che spesso varia da quella dichiarata dal produttore/importatore), rumorosità tramite il fonometro, e qualità dei nastri, solo per citare alcuni dei parametri principali.

Lascia un Commento

L’Autore

Google-Plus-Logo

Stefano Donadio

Da esperto di attrezzature fitness a "ultramaratoneta"...
Da tradizionale buongustaio a "gourmet del bio"...
Lavoro e passione, un connubio perfetto!



facebook_logoSeguimi su Facebook!