Archivio di marzo 2013

Correre o Morire di Kilian Jornet

 

correre o morire

correre o morire

“Però,come diceva Picasso, l’ispirazione esiste ma ti deve trovare al lavoro.…la mia prima preparatrice fisica, mi diceva sempre che il talento e la genetica non servono a niente senza il lavoro.

Quel lavoro che ci deve accompagnare per tutta la vita da atleti. Da quando ci alziamo a quando andiamo a dormire. E’ un lavoro artigianale in cui l’artista e l’opera sono la stessa cosa”

 

…….

“Vincere non vuol dire arrivare primo. Non vuol dire battere gli altri. Vincere è battere se stessi. Superare il proprio corpo, i propri limiti le proprie paure. Vincere vuol dire superare se stessi e realizzare i propri sogni

…….

 

“Passerei ore e giorni così, senza muovere nemmeno un dito, con questa comodità, che si impadronisce del mio corpo e della mia mente; senza dover pensare a niente….. . La mente si lascia sedurre da queste idee mentre il tepore e la tranquillità, provenienti dal confort di un letto contrastano con l’eccitazione che si vive fuori dalle pareti della camera. Mi metto a ridere.

Stavo per farmi convincere dall’inganno dei miei pensieri:

questa non è felicità, è solo comodita!”

……

copertina di correre marzo 2013

copertina di correre marzo 2013

 

 

 

ho scoperto che per il nostro corpo i limiti non esistono.

Da esso dipenderanno la velocità e la forza, ma i limiti reali,

quelli che ci faranno abbandonare o continuare a lottare, quelli che ci faranno

raggiungere i nostri sogni, non dipendono dal corpo, bensì dalla mente,dalla nostra motivazione e dalla voglia di realizzarli, i nostri sogni”

……

 

“Però non posso,non riesco a piangere. E’ possibile che non ci siano più sentimenti ed emozioni dentro di me? che il sudore si sia portato via tutta l’acqua che c’era in me e , con essa, la capacità di sentire?”

 

 

 

 

 

Tratti dal Libro Correre o Morire di Kilian Jornet anche in copertina di Correre di Marzo 2013

Allenamenti efficaci e divertenti da fare sul Tapis roulant

SE IL TUO OBIETTIVO E’….

il tapis roulant preistorico

il tapis roulant preistorico

-Dare il meglio in 20 minuti

Prova: Riscaldati per 5 minuti correndo piano, poi aumenta passando al ritmo “gara” e tienilo per 10 minuti, curando che rimanga il più possibile regolare. Negli ultimo 10 minuti defatica

Battere la noia e darci dentro

 

Prova: Corri ad un ritmo agevole ma non troppo e poi fai delle variazioni ( 1 minuto forte 2 piano per 10 volte), raggiungendo buoni livelli di velocità della buona musica potrebbe agevolarti il compito

-Migliorare la velocità

Prova: Porta la pendenza del nastro a 2%, dopo un adeguato riscaldamento, fai delle variazioni veloci recuperando la stessa durata della prova (es un minuto forte e un minuto piano)per 10 volte, poi defatica. Qualunque sia la distanza totale che si registrerà al termine. l’dea di base è quella di riuscire a correrla a un ritmo medio, tra variazioni e recuperi, che corrisponda a quello che puoi tenere in una 10 km. La variazioni ti terranno impegnato e tutt’altro che annoiato.

-Abituarti al Tapis roulant

Prova: Comincia a correre ad un ritmo molto facile dopo 5 minuti aumenta di 1 km all’ora per un munuto, poi torna alla velocità iniziale per 2 minuti. Aumenta la pendenza dello 0,5% per un minuto e poi torna alla pendenza iniziale iniziale per 2 minuti. Continua ad alternare velocità e pendenza per prendere sempre più confidenza con il tapis roulant

 

 

 

FAQ DA TAPIS ROULANT

Boom del tapis roulant in casa

Boom del tapis roulant in casa

Domanda: Correre sul tapis roulant è più facile che correre fuori, alla stessa velocita?

Risposta: Ad alcuni correre sul tapis roulant può sembrare più faticoso che farlo fuori, in strada o percorsi verdi, ma i riscontri fisiologici dicono che è oggettivamente più facile: Infatti non hai la resistenza dell’aria, infatti alcuni tapis roulant sono dotati di ventilatore integrato e poi comunque il rullo fa una parte di lavoro al posto tuo. Per simulare meglio la corsa in esterno bisogna impostare la pendenza del nastro all1% o 2%. Se il tapis roulant è dotato di porta usb esistono sul mercato dei ventilatori collegabili a porte usb o altrimenti potete semplicemente piazzare il ventilatore di casa vicono al tapis roulant.

Domanda:Le cifre relative alle “calorie bruciate” sono da ritenersi affidabili?

Risposta: Spesso il tapis roulant inganna, stimando le calorie bruciate durante l’utilizzo ….ma dobbiamo anche tenere in considerazione che si bruciano calorie anche durante il recupero!!! normalmente dobbiamo fare questo calcolo 1 caloria a kg a km quindi una persona che pesa 70 kg brucerà mediamente 70 calorie a km, personalmente credo di bruciare più calorie sul tapis roulant che su strada in quanto la sudorazione in casa è nettamente superiore rispetto ad un allenamento fatto all’aperto.

Domanda: Dovrei calzare scarpe diverse da quelle che uso normalmente su strada?

Risposta: Volendo si potrebbe optare per scarpe meno ammortizzate, dalla risposta più secca, visto che la superficie di appoggio è più morbida ma possiamo tranquillamente utilizzare la stessa scarpa che utilizziamo fuori, l’ideale sarebbe avere la stessa scarpa da utilizzare solo per il tapis roulant in quanto sempre perfettamente pulita vsito che eventuali residui si andrebbero a depositare nel vano motore. Assolutamente no a piedi nudi

Domanda: Correre sul tapis roulant è meno traumatico?

Risposta: La corsa sul tapis roulant può essere considerata generalmente meno traumatica. Il tapis roulant assorbe infatti gran parte dell’impatto, alleviando non poco l’impegno di molte delle parti del corpo coinvolte nel gesto della corsa.

Domanda: Va bene correre più forte annullando la pendenza e più piano con una forte inclinazione del nastro?

Risposta: Entrambe le cose sono ok, se vuoi avere un allenamneto bilanciato, se corri più piano in salita, migliori la forza e potenza, se corri più veloce in piano, favorisci la resistenza e la velocità. Abbina bene velocità e pendenza per simulare al meglio il variare del terreno in una corsa su strada. Spesso sentirai dire che non c’è allenamento migliore del ” collinare”.

 

 

 

 

Il tapis-roulant Volkswagen !!!

Nell’immagine potete vedere il simpatico tapis roulant del volantino pubblicitario  Volkswagen.

Lamacchina del popoloha trovoto una brillante idea per tenere in forma le proprie auto.

tapis roulant Volkswagen

tapis roulant Volkswagen

L’Autore

Google-Plus-Logo

Stefano Donadio

Da esperto di attrezzature fitness a "ultramaratoneta"...
Da tradizionale buongustaio a "gourmet del bio"...
Lavoro e passione, un connubio perfetto!



facebook_logoSeguimi su Facebook!