Archivio di luglio 2012

Tavole per Tapis Roulant

Tutti i Tapis Roulant hanno una PORTATA MASSIMA UTENTE, ma spesso e volentieri il dato non è reale in quanto a volte anche tapis roulant di piccola dimensione con caratteristiche tecniche modeste riportano sulla scheda un peso massimo utente di 110/120 kg.

Abbiamo effettuato delle prove DINAMICHE (cioè in corsa) sui tapis roulant e abbiamo constatato che una persona di 80 kg riesce ad esercitare una pressione di 120 kg durante la corsa sul tappeto,  la corsa sul tapis roulant è una corsa balzata (diversa dalla corsa su strada).

Il nostro consiglio è quello di acquistare un tapis roulant con una portata nettamente superiore al peso dell’utilizzatore.

Noi come Assistenza Tecnica produciamo le Tavole di Ricambio per tapis roulant ma le nostre tavole non hanno problemi di rotture in quanto utilizziamo legnami di prima qualità resistenti e flessibili (per ammortizzare), mentre normalmente le Tavole di serie dei tapis roulant economici  sono fatte di truciolato compresso destinato a rompersi con l’usura e l’umidità.

Nelle immagini potete vedere alcuni disegni che ci vengono inviati da dei Clienti per poter rifare le lore Tavole.

ACQUA & Co

Idratarsi per correre al meglio, quando fa caldo basta una disidratazione superiore al 2% per avere un calo delle prestazioni.

La disidratazione causa una diminuzione del volume del sangue, e questo riduce la capacità del corpo di smaltire calore e induce il cuore a battere più rapidamente, rendendo più difficile sostenere uno sforzo aerobico. (Una disidratazione del 1% aumenta la frequenza cardiaca di 3-5 battiti al minuto).

Per scoprire quanti liquidi perdi con il sudore,pesati nudo,prima e dopo aver corso. Converti il peso che hai perso in millilitri e bevi la stessa quantità per mantenerti idratato.

Acqua naturale o gassata?

L’ingestione di anidride carbonica, naturalmente presente oppure addizionata nell’acqua per renderla effervescente, non ha alcun effetto negativo sull’ organismo umano.

Eventuali problemi, peraltro non frequenti, possono sorgere per chi soffre di disturbi gastrici.

Ma, per il resto, l’acqua gassata è persino migliore di quella naturale: è dotata di un certo potere antibatterico (si conserva meglio nel tempo) e disseta di più, perché le bollicine svolgono una leggera azione anestetica sulle mucose, placando lo stimolo della sete.

Sicuramente consiglierei di utilizzare acqua inbottigliata in vetro e non in plastica.

Altre bevande:

Latte al cioccolato

Il suo rapporto ideale di proteine e carboidrati aiuta a velocizzare il recupero dopo l’allenamento.

Acqua di cocco

Il liquido che si trova all’interno del cocco ha meno calorie e più elettroliti delle bevande per lo sport.

Succo di uva fragola

Gli studi evidenziano che l’uva fragola ha più antiossidanti rispetto ad altri tipi di uva.

Tè verde ghiacciato

Questo tipo di tè contiene l’Egcg, un composto chimico che conferisce a questa bevanda proprietà antinfiammatorie.

 

Zeolite:un mare di lava contro i radicali liberi

La Zeolite è un minerale di origine vulcanica.

Ha la capacità naturale ( di espellerei metalli pesanti e le sostanze radioattive) è tipica di minerali naturali come la ZEOLITE , da noi ben poco nota (solo ora un po’ di più forse “grazie” a Fukushima)

Grazie alla Zeolite vengono eliminate con l’assorbimento sostanze presenti come ammoniaca, tossine batteriche e sostanze nocive che possono
riscontrarsi durante il processo digestivo delle proteine, con effetti positivi sulla digestione.

Il corpo cosi viene disintossicato, de-acidificato e snellito e contemporaneamente rimineralizzato

Da un lato il metabolismo ossidativo è fonte di energia, ma dall’altro produce radicali liberi che causano il danneggiamento delle membrane cellulari e di altre strutture biologiche (lipidi, proteine, DNA, …).Stress ossidativo significa prevalenza di radicali liberi dell’ossigeno (ROS) rispetto ai meccanismi di protezione antiossidativi esistenti.

La Zeolite aiuta a prevenire l’acidosi lattica (acidificazione dei muscoli dovuta ad incremento di acido lattico) conseguenza di un marcato sforzo fisico e riduce lo stess ossidativo.

L’effetto è basato sulla sua particolare caratteristica di ridurre in maniera prettamente fisica la formazione dei radicali liberi nell’apparato digerente e quindi contenere il danno alle strutture biologiche. In seguito al minore impegno di processi di riparazione delle cellule,viene notevolmente migliorata l’efficenza e abbreviato il tempo di recupero.

La zeolite offre un valido e serio aiuto al processo di riequilibrio organico.

Donne e corsa

Le donne che corrono sono veramente poche ed il raporto con i maschi è di 2 a 10.

Come mai?

provo a darmi una spiegazione scientifica elencando alcuni fattori che non le agevola in questo sport:

1) tendenzialemte le donne sono più basse rispetto  agli uomini

2) hanno una capacità aerobica e anaerobica inferiore

3) hanno minor massa muscolare  e quindi minor forza e forza rapida

4) gli arti superiori sono più deboli rispetto agli uomini

5) hanno una minor quantità di emoglobina e di globuli rossi

6) il consumo massimo di ossigeno è più basso (Vo2 max)

7) riescono a sfruttare meno i carboidrati a fini energetici

8) sono più soggette a sbalci termici

9) hanno un baricentro più basso

10) hanno ossa meno dense

Ma provo anche ad elencare alcuni fattori che le favorisce:

1) pesano meno degli uomini

2) trattengono una maggior quantità d’acqua

3) hanno una maggior mobilità articolare

4) sono più coordinate degli uomini

I punti sopra elencati sicuramente indicano delle differenze fra uomini e donne nella corsa ma questo non vuol dire che le donne non debbano correre!!!.

Direbbe Rocco il gigolo'(di Zelig) Donne !!! dududu dadada  …..dai correte

 

 

 

L’Autore

Google-Plus-Logo

Stefano Donadio

Da esperto di attrezzature fitness a "ultramaratoneta"...
Da tradizionale buongustaio a "gourmet del bio"...
Lavoro e passione, un connubio perfetto!



facebook_logoSeguimi su Facebook!