Archivio di novembre 2011

Serse Cosmi da Tapis Roulant Store

 

Continua la lista Vip tra i clienti di Tapis Roulant Store (Tutto per il Fitness).

Serse Cosmi da Tapis Roulant Store

Cosmi da Tapis Roulant Store

Serse Cosmi “l’uomo del fiume” Perugino Doc ex calciatore fantasista, ottiene il successo come allenatore di calcio:

  • inizia come  nella squadra del suo quartire la Pontevecchio in 5 anni sale dalla 1° categoria all’interregionale
  • Arezzo, in 5 anni porta la squadra dalla D alla C1
  • nel 2000 approda alla corte di Gaucci, vince l’Itertoto ed entra in Uefa, diventa un personaggio.
  • Genoa ottiene la promozione in serie  A
  • Con l’Udinese esordisce in Champions nel 2005-06
  • Allena Brescia,Livorno e una brevissima parentesi a Palermo.

 

Serse grande sportivo ha una palestra super attrezzata in casa con tapis roulant, cyclette,spinnin bike,ellittici,attrezzi isotonici ecc…

TOORX la novità del 2012

 

TOORX o TRX il nuovo marchio di Garlando dedicato al tapis roulant per la casa

Tapis roulant Toorx TRX 90

tapis roulant TRX90 Toorx

Da febbraio 2012 avremo una grande novità nel settore del tapis roulant, Garlando azienda italiana leader da decenni nel settore dei bigliardini e ping pong è entrata di prepotenza nel settore dell’home fitness, prima prendendo la distribuzione di uno dei marchi più prestigiosi del settore Kettler ed ora con un proprio marchio TOORX fitness in motion.

Come sempre Garlando si è rivolto a uno dei produttori più importanti sul mercato mondiale a cui affidare la sua produzione di tapis roulant.

A nostro parere questo nuovo brand diventerà un punto di riferimento per il settore del tapis roulant per casa, in quanto i prodotti sono molto curati e affidabili ed il servizio di post vendita sarà sicuramente efficente come lo è sempre stato fino ad oggi con Kettler e Garlando.

Voglio farvi vedere alcuni dei nuovi prodotti:

Il TRX90 o TRX 90 tapis roulant di punta di TOORX monta un motore da 3,50 cavalli continui (il motore sarà garantito 5 anni) e raggiungerà i 20 km/h, in più monterà un nastro ortopedico da 2,5 mm con una larghezza del nastro di 51 cm x 143  ma con una larghezza cioè una superficie di corsa di quasi 54 cm, la tavola è spessa 2,5 cm  fatta di legno multistrato con elevata flessibilità.

Il TRX-90 monta dei rulli veramente importanti con diametro 64 mm, il tapis roulant è preassemblato all’80%. Il peso massimo utilizzatore è di 150 kg!!!

Il TRX90 ha 2 programmi cardio con fascia cardio compresa nel prezzo.

Come potete aver letto TOORX non ha badato a spese, ha investito su tecnologia e qualità dei nuovi prodotti.

Tra qualche giorno vi presenteremo gli altri modelli di tapis roulant della TOORX.

 

La 6 ore di Fano

Correre per 6 ore in un circuito lungo poco più di 2km.

Solo pochi mesi fa mi sembrava un traguardo impossibile……per lo stess fisico e mentale.

Dentro la mia testa una piccola vocina ha incominciato a dirmi perchè no? perchè non provare l’impresa?.

Quest’estate mentre iniziavo i primi “lavori” per preparare la mia terza maratona quella di Venezia (dopo Firenze e Roma) continuavo a pensare alla 6 ore.

Al mio rientro dalle ferie di agosto mi consulto con il mio socio di lavoro (il mio allenatore) ma ormai anche di vita e decidiamo che posso andare a Fano per L’ultramaratona (svolgendo una mezza maratona a 4.30 come allenamento preparatorio per la Maratona di Venezia che si sarebbe svolta 15 gg dopo) con i propositi di mollare se troppo stanchi o di continuare a passo leggero.

Il 9 (ottobre 2011) mattina, io e il mio compagno di corsa Gianluigi arriviamo a Fano, pensando di trovare la solita atmosfera della classica garetta domenicale di provincia, invece capiamo subito che si respira un aria diversa, mi guardo intorno e vedo “gente strana” ma tranquilla, rilassata pronta a partire per una delle più classiche scampagnate fuori porta.

Chi con il tricolore dipinto sulla faccia chi con la parrucca chi con delle trecce o abbigliamento improponibile.

Alle ore 10 sparo della partenza un corridore mi fa una domanda e non capisco nulla di quello che mi sta dicendo…. vedo partire una persona l’indietro….. io e il mio compagno di corsa ci guardiamo…… non ci sentiamo “normali” neanche noi…. realizziamo di trovarci in un contesto completamente diverso dal solito….  scatta la risata!!

Partiamo i primi  6 km di riscaldamento e poi 21 km a 4,30…ottimo allenamento…. ma mancano più di 4 ore.

Rallentiamo, facciamo rifornimento e continuiamo a correre, verso le 13,30 mangiamo un piatto di pasta, penne al pomodoro, mentre continuamo a corricchiare, pensavamo chissà accuseremo un po di pesantezza dopo un piatto di pasta così abbondante?  assolutamente no, abbiamo mangiato e digerito in una frazione di secondo,  ma abbiamo fatto il pieno di energie…. arriva la 4 ora mi sento bene viene esposta la classifica, io e Gianluigi siamo 9° e 10°!!!! mi sento bene aumentiamo il passo.

Ore 15  manca 1 ora al traguardo,mi dicono che quello che mi precede mi ha dato 8 minuti, ….oramai devo prenderlo  e così’ accade.

L’ultimo km prima dello sparo segna 4 minuti a km stesso tempo della mia 10 k di 1 mese prima… FANTASTICOO  arrivo 6°…. da oggi sono un Ultramaratoneta!!!

ho tolto un’altro “limite” dalla mia testa, volere è potere, già penso al mio prossimo traguardo perchè “OGNI TRAGUARDO E’ UN PUNTO DI PARTENZA“.

Perdi peso con il tapisroulant 2° parte

Ecco gli ultimi 6 punti per perdere peso con il tapisroulant e la corsa

  • 6 NO ALL’ABBIGLIAMENTO CHE NON TRASPIRA

C’è ancora chi è convinto che correre con il k-way, soprattutto nelle ore calde, serva a far dimagrire. Correndo con il tapisroulant ricordati sempre di tenere la finestra aperta altrimento l’eccesso di anidride carbonica potrebbe farti venire il malditesta. In questo modo, invece, si rischia solo la disidratazione.
Ma in realtà si sono persi soprattutto acqua e sali minerali. Il grasso corporeo, invece, è stato intaccato di poco. Giusto il tempo di una bevuta, insomma, e si riprendono quei chili (d’acqua) che si erano persi.
Punta a fare almeno 30 km alla settimana Si bruciano calorie anche solo correndo 10 minuti, ma è chiaro che se si vuole ottenere un calo di peso significativo non basta correre un paio di chilometri
una volta ogni tanto. Per ottenere dei risultati apprezzabili in breve tempo, la cosa migliore è puntare a 30 chilometri settimanali.
Come? Dipende dal tuo livello e dalla tua disponibilità di tempo. Ma è proprio perchè non hai tempo che hai acquistato un tapisroulant.

  • 7 MANGI MOLTO DI SERA E POCO DI GIORNO

La distribuzione delle entrate energetiche nell’arco dell’intera giornata influisce sulla perdita di peso. L’assorbimento di una grossa quantità d’energia tutta insieme e in un momento di basso dispendio  determina una situazione ormonale che facilita l’accumulo dei depositi adiposi e quindi della ciccia.

  • 8 DOPO LA CORSA PENSI DI POTER MANGIARE DI TUTTO

Ma non è proprio così: 40 minuti di corsa equivalgono a una spesa energetica di circa 400 kcal, l’equivalente di 80 grammi di taralli salati, meno di un panino da fast food, oppure di 3 barrette da 25 grammi con wafer al cioccolato.

  • 9 TROPPE BIBITE APERITIVI O SUPERALCOLICI

L’assunzione di adeguate quantità di liquidi è essenziale per il tuo benessere di runner, ma è sbagliato effettuarla con una discreta quantità di bevande dolcificate o alcoliche.
Una scelta di questo tipo, infatti, porta facilmente a un eccessivo apporto di energia, peraltro sotto forma di carboidrati semplici, che inducono dannosi picchi di glicemia e
favoriscono l’accumulo del grasso.

  • 10 TI ALLENI MALE

Se non cali di peso, la colpa può essere anche del modo in cui corri. Se, per esempio, corri sempre lentamente, cioè le uscite non prevedono mai stimoli muscolari adeguati
(corsa in salita, variazioni di ritmo e altre esercitazioni minimamente impegnative), puoi andare incontro a una riduzione della massa muscolare, senza peraltro apprezzare, almeno inizialmente, un calo nelle prestazioni. Nel tempo, tale diminuzione della massa muscolare e/o della sua attivazione può portare a un calo del dispendio energe tico giornaliero extra allenamento. In altreparole: se corri sempre piano il tuo fisico siabituerà a bruciare sempre meno e quindi avrai una maggior facilità ad accumulare peso. In questi casi, “riattivare” i muscoli può essere sufficiente a promuovere una piccola perdita di massa grassa. Il tapisroulant sicuramente facilita l’allenamento in salita grazie all’inclinazione elettrica presente su quasi tutti i tapis roulant e le variazioni di ritmo grazie alla facilità di variare la velocità.

  • 11 IL CALCOLO DEL TUO FABBISOGNO

Brucia i grassi così il modo miglioreconsiste nell’inserire 1 o 2 volte alla settimana dei lavori di variazioni – da 8 a 15 volte i 30” o da 5 a 10 volte un minuto oppure, ancora, da 5 a 20 volte i 10” in salita – alternando tra loroi diversi tipi di sedute. Una scelta valida puòessere anche quella di correre una volta ogni2 settimane il “lunghissimo” (da 90’ a unmassimo di 3 ore), allenamento impegnativo
ma che “asciuga” tantissimo. È ok pure il bigiornaliero:
30’ al mattino + 30’ alla sera fanno dimagrire più che 60’ in una sola seduta. Questo tipo di allenamento comporterebbe una grossa perdita di tempo ma se abbiamo il tapis roulant in casa fare 2 piccoli allenamenti invece che uno più lungo risluta più facile.

Perdi peso con il tapisroulant 1° parte

 

11 CONSIGLI UTILI PER PERDERE PESO CON IL TAPISROULANT E LA CORSA

  • 1 SII REGOLARE

Il Tapisroulant va utilizzato con continuità, la costanza è la base di ogni training.

Lo stimolo allenante, anche quando mira al dimagrimento, dev’essere somministrato con cadenza regolare, altrimenti gli adattamenti a cui l’organismo va incontro sono troppo lenti perché tu smaltisca i chili di troppo.

Con che frequenza devi correre?

Almeno a giorni alterni, non fare passare mai più di 72 ore da un allenamento all’altro.Se infili le scarpette 1-2 volte alla settimana è normale che tu non ottenga alcun risultato. Ricorda: più tempo intercorre tra una seduta di allenamento e l’altra, minori sono gli effetti sulla perdita di grasso. Hai acquistato il tapisroulant? usalo.

  • 2 CORRI PIÙ VOLTE CHE PUOI

È decisamente meglio correre 40 minuti tutti i giorni che 60 minuti a giorni alterni. Allo stesso modo correre 20-30 minuti due volte al giorno garantisce migliori risultati che 30-40 minuti una sola
volta al giorno. Ricordati che è per comodità che hai acquistato il tapisroulant. Il motivo è semplice: è anche durante la fase di recupero, quando il corpo deve ripristinare le riserve energetiche e recuperare lo sforzo, che si dimagrisce, perché per mettere in atto questi preziosi processi l’organismo consuma molta energia. Quindi, più volte attivi la fase di recupero, maggiore sarà la spesa. Pensa che se sei attento puoi anche capire il momento in cui questa agognata reazione sta avvenendo: accade quando, dopo lo stop, vedi sul tuo corpo un inconsueto rossore. In quel preciso momento le tue cellule adipose stanno rilasciando il grasso.

  • 3 VARIA IL RITMO

Per ottimizzare il tempo che dedichi al running, varia l’andatura all’interno della tua seduta di corsa. Proprio nelle variaziono l’utilizzo del tapisroulant è fondamentale, infatti variando la velocità con dei semplici pulsanti riuscirò a gestire al meglio le variazioni. Per gestirti senza troppa difficoltà e senza guardare l’orologio, controlla il tuo respiro. Se vuoi ulteriori info sull’argomento leggi l’articolo sul Fartlek.
Se fai un’ora di corsa, puoi inserire 10 variazioni di ritmo correndo a una velocità che ti consenta ancora di parlare, ma con un minimo di difficoltà. Sarà molto più efficace che correre a un ritmo blando per un’ora. Ma puoi applicare lo stesso concetto anche quando fai distanze più brevi. Se corri per 40 minuti, per esempio, puoi farne 30 a un ritmo in cui respiri facilmente e 10 a un passo in cui il respiro è leggermente più impegnato. In questo modo incrementi il costo energetico totale della tua corsa. E anche la fase di recupero, quella in cui dimagrisci, sarà più redditizia.

  • 4 CONTROLLA L’APPETITO

Correndo con regolarità intervengono meccanismi che rallentano lo stimolo della fame. Eppure non è infrequente vedere gente che dopo la corsa si abbuffa di dolci. L’errore è spesso di natura
psicologica: si crede che l’aver fatto fatica sia un lasciapassare per correre in pasticceria.
Ma è risaputo che è uno sbaglio grossolano. Un’ora di corsa, infatti, ti fa perdere circa 700 calorie. Se subito dopo averle smaltite le reintroduci,non solo non dimagrisci, ma rischi
anche di mettere in discreta crisi il tuo apparato digerente.

  • 5 PORTA PAZIENZA

Se ti aspetti di apprezzare un discreto dimagrimento sin dalla prima uscita, ricorda che inizialmente può accadere che il tuo peso addirittura aumenti. Non prendertela. È assolutamente
normale, infatti, che la muscolatura reagisca tonificandosi e aumentando di volume (il muscolo pesa più della ciccia!). Per tirarti su di morale, prova a indossare un paio di jeans che avevi archiviato con dispiacere per raggiunti limiti di peso e vedrai: i punti critici si saranno già assottigliati.

La prossima settimana termineremo l’articolo con gli altri 6 punti chiave per perdere peso con il tapisroulant  e la corsa.

 

Il tapis roulant Professionale alla portata di tutti

Oggi vi presento un tapis roulant che sta ottenendo un grandissimo apprezzamento tra i nostri clienti il NordicTrack T-20.

Il T 20 è un tappeto presentato quest’anno all’ Ispo di Monaco (è la fiera di riferimento in Europa per il settore del fitness e dello sport in particolare degli sport invernali)  consegnato ai negozianti da settembre 2011, è un tapis roulant Professionale e non da home fitness.

Vi ricordo che tutti i tapis da home fitness cioè da casa sono certificati e garantiti per un uso domestico il che si traduce in 3 ore massime di lavoro giornaliero ma ogni ora deve essere intervallata da 1 ora di raffreddamento, i tappeti professionali invece possono “lavorare” per 8 ore consecutive (il motore non ha bisogno di raffreddarsi).

Leggendo le caratteristiche tecniche potreste fare un osservazione… ma il T 20 ha un motore da 3,25 cavalli e molti tapis roulant da casa hanno dei motori che si avvicinano a questa potenza….. si è vero ci sono degli ottimi tapis roulant da casa con motori da 3 cavalli  ma cambia completamente la tecnologia applicata, i motori professionali sono AC cioè a corrente alternata mentre i motori dei tapis da casa vanno a corrente continua  e si chiamano DC.

Il NordicTrack offre il massimo della tecnologia presente sul mercato in merito a programmi ed interattività infatti si può collegare in wireless alla rete e visualizzare i percorsi su google map e tanto altro.

Il T20 arriva a 22 km/h e ha la pendenza negativa meno 3% incredibile possiamo correre anche in discesa!!!.Potrei continuare a scrivere  di questo tappeto ma vi svelerò il segreto del suo successo…… il prezzo “solo” 1999 euro (da scontare) per un tappeto professionale…..si questo è il vero motivo del suo successo considerando che per acquistare un tapis roulant da casa di ottimo livello si spendono poche centinaia di euro in meno.

L’Autore

Google-Plus-Logo

Stefano Donadio

Da esperto di attrezzature fitness a "ultramaratoneta"...
Da tradizionale buongustaio a "gourmet del bio"...
Lavoro e passione, un connubio perfetto!



facebook_logoSeguimi su Facebook!